Scarto o gioiello?

 

Collane, anelli, orecchini, bracciali, spille. Sono questi gli accessori su cui oggi, in maniera sempre più sperimentale e creativa, si concentra la ricerca dei nuovi designer italiani e internazionali. Con il termine accessori non intendiamo solo borse, cinture e scarpe, ci riferiamo in definitiva a tutta l’oggettistica che fa da corredo integrativo alla creazione di moda per eccellenza: l’abito. Gli accessori – da una decina d’anni a questa parte – sono diventati oggetti fondamentali del fashion system e della moda.

collana materiale sostenibile

Attenzione declinata con una decisa angolazione eco-sostenibile, in cui le istanze green sono le principali linee guida delle nuove collezioni. I designer promuovono l’utilizzo di materiali naturali o provenienti dalla catena del riciclo. Puntano su una produzione responsabile per dare una seconda vita ai materiali che inquinano il  pianeta.

 

Ilaria Fendi Venturini ha visto il potenziale del riuso creativo già nel 2006, quando crea il marchio sostenibile Carmina Campus. Borse e accessori realizzati interamente con gomma di riciclo in collaborazione con Vibram, azienda leader nel mondo nella produzione di suole in gomma ad alta prestazione.

Carmina Campus Bag

Il mondo dell’alta moda – soprattutto dopo la svolta sostenibile avuta negli ultimi dieci anni iniziata da Stella McCartney e continuata da Vivienne Westwood e Gucci solo per citare tre dei grandi guru del panorama della moda internazionale- ha fatto della sostenibilità un modello di ispirazione. Basti pensare alla Adidas Parley create con plastica riciclata dagli oceani, o al plurimarchio Inditex che ha fatto della ethic fashion un cavallo di battaglia:  Zara con la collezione #joinlife,  H&M con le sue Conscious Collection e Oysho che ha recentemente lanciato WEARe the change. Il materiale di riuso attrae tanto quanto la fashion diversity

Sono una maggioranza sempre crescente i designer che utilizzano plastiche riciclate e materiali di recupero per creare anelli, bracciali ed enormi collane-sculture in forme uniche e rivoluzionarie. La giovane designer Alethea, che vive e lavora a Cardiff, realizza collane monumentali e capi moda con la gomma delle camere d’aria delle biciclette abbandonate.  Medesima l’azione creativa dell’abruzzese Camilla Pietropaoli che, grazie alla duttilità e alla malleabilità della gomma degli pneumatici dismessi, modella accessori nel suo laboratorio.Camilla-Pietropaoli_R

La filosofia del riciclo creativo è in continua crescita: il principio fondamentale è fare impresa sul riuso, attraverso la sistematizzazione dell’approvvigionamento dei materiali di scarto e la vendita di articoli di up-cycling, per un riciclo sano a impatto ambientale zero. Moda eticamente corretta e accessori che “durano per sempre, come la plastica” ama citare Carlo Capasa, ideatore dei Green Carpet Fashion Awards.

18012154_285337511892857_2910483660421464064_n(1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...